martedì 20 settembre 2016

Non ci esce nemmeno un vestito per la Barbie!

Questa è la frase che mia mamma usava dire, quando volevo conservare dei piccoli avanzi di stoffa o di lana1, semplicemente perché mi sembravano carini.

Ma poiché siamo gente per cui "può sempre servire", nonostante tutto mi trovo con una certa scorta di stoffine e gomitolini dalle dimensioni decisamente risicate.
Francamente non sono il tipo da puntaspilli patchwork né da "granny squares" all'uncinetto. Però volevo sfruttare queste risorse in qualche modo...

Le stoffe per il momento le tengo ancora da parte, per quando mi deciderò a cucire a macchina; adesso sto pian piano facendo fuori i microgomitoli di lana.
Non contenta delle presine ad uncinetto, avendo scartato decorazioni e gioielli, non avendo intorno bambini piccoli e considerando gli amigurumi come soprammobili2, mi sono orientata sui vestiti per le bambole. E quale bambola cambia più vestiti della Barbie? :D

Procuratami una nuova Barbie in offerta a 4,99 € perché le mie sono state regalate molti anni fa3, ho cominciato a sferruzzare un maglioncino, poi una gonnellina, e ieri ho finito un vestitino intero. Trovate i dettagli su Ravelry, cliccando i link.

E a dispetto di quel che diceva mia mamma sono riuscita a far uscire un vestitino per la Barbie anche da ciò che non sembrava sufficiente neanche a quello. Dopotutto, per quanto non ami le righe mi piacciono i gradient (sfumature o fasce di colore in tonalità simili e digradanti), per cui ho cercato di fare il possibile con i colori che avevo a disposizione. E tutto sommato pensavo peggio, dai!

Ho trovato il modello sul sito http://www.stickatillbarbie.se/ che contiene un migliaio di modelli gratis per Barbie da lavorare a maglia (e più di 250 per le Bratz). Son tanti e a costo zero, ma alla fine molti sono assai simili tra loro, le spiegazioni sono piuttosto approssimative, e... se mi facessero pure pagare mi incazzerei come una biscia XD

Più avanti userò anche le stoffe per ampliare il guardaroba di Barbie. Mi piace cominciare in piccolo e su cose che anche se non sono perfette pazienza, ma soprattutto che se rovino il materiale almeno ho buttato solo roba che era già uno scarto :P
L'unico problema è che non ho i cartamodelli: posso sì scaricarne di gratis, tanto per cominciare, ma poi come li stampo? Una volta avevo due stampanti, poi una l'ha portata via mio fratello trasferendosi, l'altra ce l'ha "provvisoriamente" mio padre... devo andare da loro a stampare!

Note:
1 In casa mia si chiama "lana" qualunque filato che ne abbia approssimativamente l'aspetto. Che si tratti di acrilico, cammello o angora (o misti) per noi sempre lana è. A meno che sia cotone, seta o fibra artificiale dall'aspetto setoso o plasticoso e non lanoso.
2 Per chi non lo sapesse: odio i soprammobili. Non hanno alcuna funzione pratica, tengono posto per niente, e li devi pure spolverare. Per me qualsiasi oggetto, per quanto carino e decorativo, deve avere almeno una di queste due caratteristiche: non occupare spazio altrimenti utile (ad esempio un poster) e/o essere utilizzabile (come i contenitori). Unica eccezione tollerata i fiori freschi (che per lo meno non devo spolverare). Del resto non me ne faccio nulla.
3 Essendo tirchia avrei potuto chiedere a qualche amica se ha ancora una vecchia Barbie in cantina. Ma poiché sono debole alle offerte speciali e francamente 4,99 me li posso permettere, ho preferito evitare a qualcun altro di dover frugare in angoli reconditi ed abbandonati solo per soddisfare un mio sfizio.

5 commenti:

  1. Tu sai che mia figlia ti vorrebbe come vicina di casa, sì?
    Io ancora con lo sferruzzare non vado troppo d'accordo ma vorrei riprovarci, ancora una volta. Chissà che così non mi venga la voglia? (so già che se clicco su quei link entro in un favoloso circolovizioso, lo so...) :)

    Sulle note: condivido in pieno l'odio assoluto per i soprammobili (vedi anche le millantamila bomboniere inutili che capitano tra le mani...). E poi Less is more, lo diceva uno che ci capiva... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ecco, ho trovato qualcuno a cui rifilare i vestitini che faccio. Dopotutto con le Barbie non ci gioco più da un pezzo, anche se divertirsi con le sfilate di moda non ha età. Devo solo trasferirmi di fianco a casa tua... :D

      E lo sferruzzo non è certo un circolo vizioso, no no! È virtuoso! Tranne quando cominci ad accumulare gomitoli solo perché sono troppo belli per lasciarli in negozio, e arrivi al punto che non ti basterà una stanza per contenere tutto quel ben di Dio né due o tre vite per usarlo tutto... Però finché hai mamme, zie, parenti delle vicine di casa ecc, che una volta sferruzzavano e ora ti rifilano filato gratis, va benissimo! Mica tutti possono avere un hobby al contempo rilassante e produttivo!

      Elimina
  2. Ma tu lo sai che per me "circolovizioso" è una cosa bellabellissimabelissimissima, vero? ;)

    p.s.: si è appena liberato un appartamento, giusto a proposito, se vuoi il #condominiodifferente ti accoglie a braccia aperte! ;)

    RispondiElimina
  3. wau, ma sei stata bravissima.
    anche le sfumature di colore azzeccatissime, tutto con il riciclo.
    sei un mito.
    ciao carissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Azzeccatissime" uhm insomma, ho fatto il meglio che ho potuto.
      Adesso sto riprovando una cosa del genere sul giallo, ma il vestitino ha una gonna enorme, il giallo non mi basterà mai, finora ho trovato gomitolini a sfumare dal giallo intenso al giallo pallido al bianco al beige slavato, ma già so che sono piccolissimi e non mi basteranno mai... che ci attacco dopo il beige? Ho solo del marrone con uno stacco brutale... dovrò inventarmi qualcosa...

      Elimina